Cusano Milanino, mezzo secolo di Municipio

Sarà un’occasione per riflettere sul possibile ampliamento dell’edificio»

Il 2019 è l’anno in cui ricorrono i 50 del Municipio di Cusano Milanino e per celebrarli è appena stata inaugurata una mostra che racconta quest’opera architettonica del ‘900 realizzata dall’architetto Vico Magistretti.
‘Essenziale Magistretti’, questo il nome della mostra, è stata aperta lo scorso 6 aprile e resterà visitabile fino al prossimo 6 maggio.
A curare l’esposizione è stato l’architetto Andrea Cassone con la collaborazione della Fondazione Magistretti e il titolo richiama allo stile dell’edificio, costruito secondo una geometria semplice ed essenziale.
Sabato scorso nella sala consiliare l’attuale vicesindaco e assessore Lidia Arduino, di professione architetto, ha inaugurato la mostra scegliendone una citazione: «Credo che non si possa vivere senza emozioni. Quando qualcuno ti dà un’emozione gli sei grato per tutta la vita». La mostra si trova proprio all’interno del palazzo comunale, la struttura disegnata da Magistretti, e occupa gli spazi del piano seminterrato e il primo, oltre che le pareti della sala consiliare.
La mostra comprende filmati, disegni, citazioni e immagini. Ogni spazio ospita una diversa sezione: il legame tra Magistretti e il mondo anglosassone, la sua biografia e le sue attività, lo sviluppo del progetto dell’edificio. In questa sezione inoltre è presenta una proposta di allargamento.
«La mostra sarà anche un’occasione per riflettere sul possibile ampliamento e adeguamento dell’edificio alle funzioni nuove», ha dichiarato l’amministrazione comunale. Per riflettere su questo tema, sono in programma due attività: il 16 aprile ci sarà un pomeriggio di studio dedicato a soli architetti, mentre venerdì 3 maggio ci sarà un incontro aperto a tutti. La mostra ‘Essenziale Magistretti’ sarà visitabile nell’edificio di piazza Martiri di Tienanmen il lunedì, martedì e giovedì dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 18, mentre il mercoledì e venerdì solamente in orario mattutino. L’apertura della mostra si propone inoltre come uno degli eventi legati al Salone del Mobile di Milano, che si sta tenendo proprio in questi giorni e che comporta anche moltissimi eventi del Fuorisalone. 

di Gaia Caracciolo